Vivere giorno per giorno

Una guida per vivere giorno per giorno

L’idea di vivere ventiquattrore alla volta si applica principalmente alla vita emotiva di ciascuno. Dal punto di vista emotivo, non dobbiamo pensare né a ieri né a domani. Ma non mi è mai passato per la mente di pensare che ciò significhi che l’individuo, la famiglia o il gruppo nel suo insieme non debba pensare a cosa fare domani o anche in un futuro più lontano. La sola fede non basterebbe a costruire una casa in cui vivere. Serve un progetto e un bel po’ di lavoro per realizzarla concretamente.


SOLO PER OGGI cercherò di vivere pensando soltanto all’oggi, senza voler affrontare in un sol colpo tutti i problemi della vita. Per dodici ore posso riuscire a fare ciò che mi spaventerebbe se pensassi di dover continuare a farlo per il resto della mia esistenza.

SOLO PER OGGI voglio essere felice. La maggior parte della gente è felice nella misura in cui si predispone a esserlo.

SOLO PER OGGI sarò io ad adeguarmi alle circostanze, invece di cercare di modificare tutto secondo i miei desideri. Accetterò il mio destino così come viene, cercando di adattarmi ad esso.

SOLO PER OGGI cercherò di rafforzare il mio animo. Studierò, imparerò qualcosa di utile, eviterò la pigrizia mentale. Leggerò qualcosa che richieda impegno, riflessione e capacità di concentrazione.     

SOLO PER OGGI eserciterò il mio spirito in tre modi. Farò in segreto del bene a qualcuno; non avrà importanza che gli altri lo sappiano o meno. Farò almeno due cose che non mi piacciono, solo per esercizio. Non mostrerò a nessuno che i miei sentimenti sono stati feriti; anche fosse così, per oggi non lo darò a vedere. 

SOLO PER OGGI sarò ben disposto con tutti. Cercherò di apparire al meglio possibile, mi vestirò come si deve, non alzerò la voce, mi comporterò con cortesia, non farò la minima critica, non mi lamenterò di niente e non cercherò di migliorare o controllare nessun altro che me stesso.

SOLO PER OGGI mi farò un programma. Posso anche non rispettarlo esattamente, ma lo avrò. Sarò al sicuro da due flagelli: la fretta e l’indecisione.

SOLO PER OGGI troverò una tranquilla mezz’ora tutta per me, per rilassarmi. In questa mezz’ora, presto o tardi, riuscirò a vedere la vita da un punto di vista migliore.

SOLO PER OGGI non avrò paura. Non avrò paura soprattutto di gioire di ciò che è bello e di credere che, come io do al mondo, così il mondo darà a me.


IERI, OGGI E DOMANI


Sono due i giorni della settimana di cui non dovremmo preoccuparci, due giorni che dovrebbero essere tenuti liberi da paure e apprensioni.

Uno di questi giorni è IERI, con i suoi errori e problemi, le sue colpe e delusioni, i suoi dolori e le sue pene. IERI è finito per sempre ed è fuori dal nostro controllo. Tutto l’oro del mondo non può riportarci a ieri. Non possiamo cancellare nessuna cosa fatta, né una sola parola detta. IERI è andato via.

L’altro giorno per cui non dovremmo provare ansia è DOMANI, con le sue possibili avversità, le sue grandi promesse non sempre mantenute. Anche DOMANI è fuori dal nostro controllo. Domani il sole sorgerà, in un cielo sereno o pieno di nubi, ma sorgerà. Finché sarà così non vi avremo alcuna parte, dal momento che appartiene al futuro. Rimane solo l’OGGI. Ognuno può combattere la battaglia di un solo giorno. È solo quando sommiamo il peso di queste due terribili eternità – IERI e DOMANI – che crolliamo. Non è quello che viviamo OGGI che ci conduce alla follia, è il rimorso o l’amarezza per ciò che è accaduto IERI e la paura di quel che può portare il DOMANI.


VIVIAMO DUNQUE UN GIORNO ALLA VOLTA.

Condividi la tua opinione