Marco e Giulietta

Dal momento in cui ho incontrato Giulietta in occasione di una vacanza, ho capito subito che era una persona speciale. È stato un amore desiderato, anche se sapevamo di vivere a 90 chilometri l’uno dall’altra. Dopo di allora, abbiamo continuato la nostra storia d’amore attraverso lettere dolcissime e incontri fugaci. Col tempo, la distanza ha fatto sentire i sui effetti. Abbiamo continuato a tenere separate le nostre vite, ma ho pensato a lei spessissimo. Tre anni dopo, ci siamo incontrati alla Stazione Centrale di Milano. Ho assunto un violinista per suonare la nostra canzone d’amore mentre ci tenevamo le mani. Dopo aver desiderato tanto di stare insieme, abbiamo finalmente deciso di sposarci.