Matrimonio Ecosostenibile

Organizzare un matrimonio a basso spreco ed ecosostenibile

L’essenza stessa di un ricevimento di nozze è totalmente in contrasto con l’idea di basso spreco. Intendo dire che la maggior parte delle persone immaginano il matrimonio come una grande festa e questo può causare una quantità enorme di spazzatura. Ma è una grande occasione nelle vostre vite e forse l’unica volta che avrete tutti i vostri affetti, familiari e amici riuniti in un unico luogo. Fortunatamente per noi, sempre più operatori del settore (piccole e grandi imprese che si occupano dell’organizzazione di matrimoni) stanno iniziando a capire l’importanza di ridurre gli sprechi, contribuendo così a salvare il nostro pianeta.

È dunque possibile avere un matrimonio a basso spreco senza rinunciare allo stile? Ecco alcuni consigli per provare a raggiungere questo obiettivo.


Locale è meglio

Oltre a ridurre le emissioni di carbonio causate del trasporto, l’utilizzo di fornitori locali contribuisce a sostenere l’economia del posto dove vivete o lavorate. Assicuratevi inoltre che questi fornitori stiano davvero utilizzando prodotti locali, ciò è particolarmente importante i per i ristoratori e i fioristi. La produzione locale e stagionale non è solo la soluzione migliore per l’ambiente, ma finisce per aggiungere gusto e freschezza al vostro banchetto di nozze! Inoltre ha il vantaggio di essere molto più conveniente per voi. I fiori fuori stagione e l’utilizzo di cibo insolito non fanno che incrementare la spesa per il ricevimento.


Usare carta riciclata

Ci sono alcune scelte di carta riciclata bellissime per la creazione di inviti, segnaposto e bigliettini; la vostra cartoleria di fiducia sarà in grado di consigliare sulle quantità di carta necessaria per le comunicazioni usuali. I fogli si possono piegare in modo intelligente, adattando la stampa al classico formato A4, mentre alcuni semplici utensili consentono di avere contorni sagomati secondo i vostri desideri.


Noleggiare, non comprare

Mentre può essere davvero allettante acquistare in grandi quantità risparmiando sul costo, noleggiare tutto ciò che può servire per il vostro matrimonio è sicuramente la scelta migliore per l’ambiente. Quello che noleggi sarà in seguito riusato, inoltre sosterrai le piccole imprese del tuo territorio piuttosto che un’enorme multinazionale che non si darà da fare per rendere perfetto il tuo giorno più bello


Attenzione per l’ambiente se state pensando ad un matrimonio festival

Abbiamo visto tutte le orribili foto di spazzatura lasciate sul sito di Glastonbury dopo un festival e, anche se il vostro matrimonio non avrà quella dimensione, è importante considerare i rifiuti. Usate piatti e posate che si decompongono rapidamente e cercate di rendere più semplice riciclare per il vostro fornitore di catering.

Ricordate che nel matrimonio sotto un tendone o all’aperto l’onere di ripulire dalla spazzatura è spesso lasciato a voi o ai vostri familiari, è possibile rendere le cose molto più semplici da gestire predisponendo il giusto numero di contenitori adatti alla raccolta differenziata.


Considerare un vestito di seconda mano o di provenienza etica

Il concetto di usa e getta non si applica certo agli abiti da sposa, ma la maggior parte viene ancora realizzata da stilisti indipendenti piuttosto che da grandi marchi di alta moda. Tuttavia potete prendere decisioni sul vostro abito da sposa che aiutano l’ambiente. Considerate un vestito di seconda mano: è possibile trovare degli abiti incredibili online che sono stati indossati solo una volta (ovviamente) ma sono ancora in perfette condizioni. Nel caso decidiate per l’acquisto, è importante chiedere allo stilista o al fornitore chiarimenti sui loro abiti: dove sono fatti, come viene ricavato il tessuto, chi lavorerà sul vestito. Se non siete soddisfatti di una delle loro risposte, scegliete un fornitore diverso: ce ne sono così tanti in giro.


Cibo per matrimoni vegano o vegetariano

Non ho intenzione di aprire un dibattito sui meriti del cibo vegano o vegetariano, né desidero esporre le mie opinioni sull’argomento, ma non si può negare che consumare minori quantità di carne e latticini, specie se provenienti da allevamenti intensivi, è indicato sia per la nostra salute che per quella del pianeta. Parlate con il vostro ristoratore e con il pasticcere sulle opzioni vegane e vegetariane disponibili e ricordate che concordare solo uno o due piatti a base di carne o latticini è un buon inizio.

Condividi la tua opinione